fbpx
dolci/ Ricette

Semifreddo vegan con sorpresa (ricette di Simone Salvini)

In quest’ultimo periodo mi sono molto dedicata ai dolci tradizionali e a seguire le festività.

Poi arrivata ad un certo punto mi sono ricordata quale fosse lo scopo per cui avevo deciso di aprire il blog: Parlare di dolci, fatti in casa, e di salute. Non ricette light, ma di scelta degli ingredienti, della stagionalità e della possibilità di adattare la propria voglia di dolce a quella che dovrebbe essere la normale vita delle persone.

Il mio scopo è da sempre quello di far capire come una merendina data ad un bambino o ad una persona, possa essere sostituito con un dolce fatto in casa buonissimo e bello come quello di pasticceria. E’ decisamente più salutare e ci permette di scegliere gli ingredienti con cui realizzarlo, cosa non facile se compriamo un prodotto industriale.

semifreddo veganoE poi? E poi c’è il mio interesse per il lato vegan. Credo fermamente che si possano realizzare ottimi dolci vegani che siano buoni e che possano piacere a tutti. Oltretutto qualche giorno fa, sono stata ad uno showcooking dove si parlava di macrobiotica e ammetto di essere molto interessata all’argomento. Seguiranno novità a breve.

Mi è venuto il dubbio che di recente il mio intento non fosse stato chiaro, e quindi ci tengo a ribadirlo.

Ad ogni modo ho voluto cominciare questa nuova settimana di fine marzo, che ci porterà a breve alla Pasqua, facendo un dolce vegano e che avesse qualcosa anche di pasquale.

Voi penserete al cioccolato, o a qualche forma vagamente “colombeggiante”? No, io ho pensato alla sorpresa.

Un semifreddo dolce vegan che ha all’interno un cuore di marmellata di fragole.

Era la prima volta che provavo a fare un semifreddo a casa e ho voluto cominciare con il botto X-D

La ricetta è di Simone Salvini che è un famoso chef vegano. Per capirci è lo chef che imita Maurizio Crozza.

Io ho fatto qualche modifica per trasformalo in queste cupoline di semifreddo con base di pan di spagna.

Ricette Semifreddo vegan con sorpresa

Per il semifreddo serviranno:

  • 500 gr di latte di mandorla al naturale (la ricetta originale prevedeva 400 gr di latte di mandorla e 100 di latte di cocco)
  • 60 gr di zucchero di canna
  • 35 gr di maizena
  • bacche di vaniglia o scorza di limone

Per la marmellata di fragole 

  • 100 gr di fragole
  • 50 gr di zucchero di canna
  • succo di limone
  • mezza bustina di agar agar

Per il pan di spagna 

  • 140 gr di farina semintegrale
  • 90 gr di zucchero di canna
  • 10 gr di farina mandorle
  • 140 gr di latte di mandorle al naturale
  • 70 gr di olio di mais
  • mezza bustina di cremar tartaro
  • un pizzico di lievito
  • vaniglia o scorza di limone

Vi servirà anche:

  • una teglia tonda o rettangolare per cuocere il pan di spagna (non ha importanza la misura poiché lo andremo a tagliare
  • un frullatore ad immersione
  • stampi semisferici di silicone o uno stampo rettangolare
  • frusta
  • leccapentole
  • ciotole
  • carta forno

Procedimento:

La prima cosa da fare sarà la marmellata. Lavate e tagliate le fragole, mettetele in una casseruola insieme allo semifreddo veganozucchero e al succo di limone. Fate cuocere per qualche minuto finché non si è sciolto lo zucchero e le fragole non cominciano a sfaldarsi. Togliete da fuoco e con un frullatore ad immersione, ridurre il tutto in salsa.

Rimettete il tutto sul fuoco (se non volete avere i semini delle fragole, passate prima al setaccio) e fate arrivare a semibollore. Aggiungete l’agar agar e fate sciogliere bene. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare un poco.

Quando avrà raggiunto una temperatura ambiente, prendere un cucchiaino e su della carta forno, fare dei tondi di marmellata del diametro inferiore delle sfere dello stampo di silicone. In alternativa potete stendere uno strato di marmellata. Mettete in freezer per almeno un’ora.

Facciamo ora il pan di spagna.

In una ciotola unite gli ingredienti secchi. In un’altra mettete il latte e l’olio ed amalgamateli bene con il frullatore ad immersione, senza montarli. Unite tutti gli ingredienti e mescolate fino a che non avrete un composto omogeneo.

Mettet nella teglia oliata o ricoperta di carta forno e fate cuocere per 20 minuti circa a 175°C. Togliete dalla teglia solo quando l’impasto sarà freddo.

Passiamo ora al semifreddo.

Mettete 100 gr di latte di mandorla e scioglietevi dentro la maizena.

In una pentola fate bollire il restante latte con lo zucchero e gli aromi.Quando raggiunge il bollore, aggiungete il latte e la maizena alla pentola. Con una frusta mescolate sul fuoco basso, finché non si addensa. Trasferite in una ciotola e fate raffreddare un poco.

Adesso cominciamo ad assemblare il dolce.

Nel caso in cui abbiate optato per una teglia rettangolare anziché agli stampi sferici dovrete foderare di carta forno la teglia e versare circa metà del composto per il semifreddo sulla teglia. Nel caso abbiate scelto le semisfere, riempite i sei stampi per 2/3. A questo punto prendete la marmellata di fragole, gelata e disponetela sul composto del semifreddo, stando attenti che il calore con sciolga la marmellata.

Versate il restante composto di sopra la marmellata.

Prendete il pan di spagna freddo e tagliatelo in due o tre strati. Se usate la teglia rettangolare coprite la superficie della teglia con il pan di spagna tagliato. Nel caso usiate gli stampi semisferici, coppate i vari strati con un colapasta rotondo, e mettete sopra al composto del semifreddo.

Dovete quindi aver fatto i seguenti strati: uno di composto del semifreddo, uno di marmellata di fragola, un’altro di semifreddo e uno di pan di spagna.

Mettete a raffreddare per tre ore in freezer o per una notte in frigo, avendo nell’ultimo caso l’accortezza di metterli in frigo prima di andare a dormire, in modo da non aprirlo più volte facendo variare la temperatura.

Una volta raffreddato, sformare il dolce.

Nel caso abbiate usato lo stampo rettangolare dovrete mettere un piatto sull stampo dalla parte del pds prima di rigirarlo. Togliete delicatamente la carta forno e tagliate a fette nel momento di servirlo.

Buon appetito!

–Zael Bakery–

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.