dolci/ Frolle e biscotti/ Ricette

Crostatine al cacao e composta di rosa canina

Da diverso tempo avevo in dispensa un barattolo di composta di rosa canina.

Il punto è che quando sono al supermercato e vedo qualcosa di particolare o nuovo, voglio comprarlo e poi rimane lì…a volte ad aspettare anche la scadenza!

crostata al cacaoComunque avevo questo vasetto da tempo in dispensa e ogni volta che aprivo il mobile, mi saltava all’occhio.

Domenica avevo scongelato dell’impasto di frolla al cacao per fare una semplice crostata da portare a casa si amici. Mi avanzava della pasta frolla e come ben sapete non bisogna ricongelare un prodotto. Così decido di farne delle crostatine. Semplice e veloce.

Ma, oddio!, mi accorgo di non avere più confettura. Ed è li che mi viene in mente il famoso barattolino!

Non avevo mai assaggiato una composta di rosa canina. Ammetto di essermi avvicinata si recente ai sapori meno conosciuti e tradizionali. Se non avete idea del suo gusto, è un po’ acido e poco dolce.

Finalmente qualcosa che non fosse “troppo” dolce, che potesse essere apprezzato anche da chi magari non ama i dessert.

E poi diciamoci la verità, fa sempre scena presentarsi con una torta che ha un ripieno poco tradizionale! E a me l’idea delle rose mi fa sempre venire in mente qualcosa di elegante e chic!

A parte queste mie considerazioni che poco si legano alla ricetta in sè, ecco gli ingredienti che vi serviranno:

Per la crostata al cacao con composta di rosa canina vi serviranno:

  • 150 gr di burro a temperatura ambiente
  • 100 gr di zucchero
  • 220 gr di farina 00
  • 30 gr di cacao amaro
  • 30 gr di tuorlo (circa un tuorlo e mezzo)
  • 5 gr di miele
  • un pizzico di sale
  • semini di una bacca di vaniglia
  • composta di rosa canina

Procedimento:

crostata al cacaoPer prima cosa mescolate il burro a pezzettini con lo zucchero e il miele. Quando saranno ben amalgamati aggiungete il tuorlo e continuare a mescolare. A questo punto aggiungete farina, cacao, sale e vaniglia e amalgamate finché non avrete formato un impasto unico.

C’è da fare una precisazione sulla frolla. Il trucco è non far sciogliere troppo il burro. Deve essere morbido ma non troppo caldo o troppo freddo, altrimenti non riuscirete mai ad unire l’impasto in una palla. Se vedete che non riuscite a formare la palla, lasciate un attimo l’impasto e lavatevi bene le mani con acqua fredda. Asciugatele bene con un panno pulito e freddo, e riprovate.

Altro segreto è di non impastare troppo. La frolla per essere friabile non deve aver sviluppato glutine, altrimenti diventa elastica e gommosa. Quindi come fare? Anziché mescolare come fareste con una pizza, pensate di dover premere tutti i pezzi in un punto soltanto e poi impastare eventualmente un pochino. Questa frolla sembrerà non venire in un primo momento. Vi verrà da pensare che farina e cacao sono in quantità eccessiva. In realtà dopo poco verrà un impasto omogeneo. 

Infine se l’impasto è diventato un po’ gommoso, vi consiglio di lasciarlo in frigo per una notte.

Quando avrete la vostra “palla di frolla”, copritela con della pellicola trasparente e mettetela in frigorifero per un’ora.

Passata l’ora, stendete la frolla tra due fogli di carta forno, con uno spessore di circa 3 mm o a vostro gusto. Tenete conto che crostata al cacaola frolla cresce sempre un pochino in forno, anche se non mettete lievito.

Imburrate bene lo stampo e aiutatevi con la carta forno a mettere l’impasto nello stampo. Potete decidere di avere un impasto più casereccio, e lasciare la carta forno a contatto con la teglia, oppure fare come faccio io: Togliete il primo foglio di carta forno. Mettete una mano sull’impasto e rovesciate fino a trovarvi a guardare la carta da forno che era rimasta sotto.

Portate con la mano la frolla dentro la teglia. Togliete la mano e pian piano togliete la carta forno rimasta. Accompagnate l’impasto nello stampo. Non preoccupatevi se si rompe. La cosa bella della frolla è che potete sempre rimettere insieme i pezzi.

Tagliate i bordi a vostro piacimento e bucate il fondo per bene con una forchetta.

Aiutandovi con un cucchiaio, mettete la composta nel guscio di frolla e fate cuocere in forno a 170° per 40 minuti.

Se non amate i gusti particolari, potete sostituire la composta con una confettura a vostro piacere.

Buon appetito!

–Zael Bakery–

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CONSIGLIA Vellutata di broccoli